Il nuovo generatore di linguaggio di OpenAI GPT-3 è incredibilmente buono.
Con 175 miliardi di parametri, 10 volte più grande di TuringNLG.

Si tratta d'intelligenza artificiale è il GPT-3 il più grande modello linguistico mai creato e può generare del testo simile a quello scritto dall'uomo in base alle richieste. Comunque niente paura non non si avvicina ancora alla vera intelligenza umana.

OpenAI parla di GPT-3 in un documento di ricerca pubblicato a maggio. Ma la scorsa settimana ha iniziato a far vedere il software a persone che hanno richiesto l'accesso a una beta privata. Per ora, OpenAI vuole che gli sviluppatori esterni lo aiutino a esplorare ciò che GPT-3 può fare, ma prevede di trasformare lo strumento in un prodotto commerciale entro la fine dell'anno.

La prospettiva è offrire alle aziende in abbonamento GPT-3 all'interno di un cloud.

GPT-2 (la precedente versione), rilasciato lo scorso anno, era già in grado di emettere flussi di testo convincenti in diversi stili introdotto con una frase di apertura. Oggi GPT-3 utilizza un modello con 175 miliardi di parametri (valori che una rete neurale tenta di ottimizzare durante l'allenamento), rispetto ai 1,5 miliardi di GPT-2.

GPT-3 può produrre contenuti partendo da diversi autori.

GPT-3 può generare qualsiasi tipo di testo, ad esempio, modificando GPT-3 in modo da produrre HTML piuttosto che un linguaggio naturale, lo sviluppatore  Sharif Shameem ha dimostrato di poterlo creare layout di pagine Web dandogli istruzioni come "un pulsante che assomiglia a un'anguria" o "grande testo in rosso che dice BENVENUTO ALLA MIA NEWSLETTER e un pulsante blu che dice Iscriviti. "

Ogni modo dobbiamo attendere che questo tipo di tecnologia trovi livelli superiori di perfezionamento, oggi non è ancora chiaro cosa stia succedendo all'interno di GPT-3. Ma ciò che emerge sembra che sia bravo a sintetizzare i contenuti trovati da scansioni del web, creando un data base eclettico fatto da milioni e milioni di frammenti che vengono incollati seguendo alcune logiche.

Anche Sam Altman, il CEO di OpenAI, ha affermato che GPT-3 sta generando un po' troppo hype. L'intelligenza artificiale cambierà il mondo, ma per adesso è in una fase preliminare dove è necessario capire come utilizzare nel miglior modo possibile questa tecnologia.